Terapia occupazionale

Terapia occupazionale

All’interno del Servizio di Riabilitazione Neuromotoria è attiva la terapia occupazionale; in sale specificatamente adibite è possibile addestrare i pazienti ad un adeguato reinserimento domiciliare o lavorativo, utilizzando normale attrezzatura domestica o ausili computerizzati.

Alla terapia occupazionale sono collegati il laboratorio per la preparazione di ausili con materiale termoplastico e il servizio di informazione e indirizzo sugli ausili disponibili in commercio.

La terapia occupazionale inoltre elabora progetti individuali, specifici per ogni singola persona, che prevedono l’integrazione di una o più discipline sportive, scelte liberamente dal paziente, con il programma neuroriabilitativo.

L’ammissione alla pratica sportiva prevede la valutazione clinica e del livello di autonomia da parte del medico di competenza e del terapista, insieme ad un monitoraggio costante.

L’avvio alla pratica sportiva di persone con malattie neurologiche è possibile grazie ad una convenzione siglata dall’IRCCS Ospedale San Camillo di Venezia con il Comitato Italiano Paralimpico (CIP).

Alcune discipline vengono svolte all’interno del San Camillo, nelle aree sportive già presenti nella struttura, grazie al coordinamento dei referenti tecnici individuati dal CIP.

Durante il periodo di degenza vengono garantiti i trasporti e la copertura assicurativa dei pazienti interessati, tramite tesseramento.

Dopo le dimissioni i pazienti possono proseguire le attività sportive direttamente nelle società aderenti all’iniziativa, in modo da garantire la continuità terapeutica riabilitativa programmata dal San Camillo.