Laboratorio di neuroimaging computazionale

Il Laboratorio di Neuroimaging Computazionale svolge attività di ricerca sulle basi neurali del comportamento, con particolare riguardo alle funzioni cognitive, e dei deficit conseguenti alla cerebrolesione. Sviluppa e valida modelli computazionali basati su misure di connettività cerebrale strutturale e/o funzionale ricavate dai dati di neuroimmagine (RM o EEG) per predire la gravità dei deficit comportamentali ed il possibile recupero funzionale. Lo sviluppo di questi modelli si avvale dei più recenti sviluppi dell’intelligenza artificiale (machine learning e deep learning) ed è finalizzato alla ottimizzazione e alla personalizzazione delle strategie di riabilitazione. Il Laboratorio usufruisce delle Strumentazioni e servizi di Neuropsicologia, Neuroimmagini, Neurofisiologia e Neuromodulazione.

Attività:

 

Le attività di ricerca condotte presso il Laboratorio di Neuroimmagine Computazionale includono:

  • Analisi delle lesioni cerebrali e delle disconnessioni in pazienti con esiti di ictus;
  • Analisi del connettoma funzionale;
  • Studio delle relazioni tra connettività cerebrale e deficit cognitivi, in particolare dell’attenzione visiva;
  • Sviluppo di modelli computazionali predittivi dei deficit comportamentali e del recupero funzionale;
  • Sviluppo di nuovi metodi riabilitativi personalizzati basati su algoritmi adattivi.
Irccs san camillo neuroimmagini

Personale del Laboratorio di neuroimaging computazionale

Responsabile di Laboratorio

Marco Zorzi

Marco Zorzi

Ricercatore psicologo

Collaboratori

Daniela D'Imperio

Daniela D'Imperio

Ricercatrice psicologa