Linea 3 – Tecnologie e metodi innovativi per la valutazione e riabilitazione del paziente neurologico

I progetti della Linea di ricerca 3 hanno l’obiettivo di sviluppare nuove tecnologie e metodi per la valutazione e riabilitazione di pazienti con disturbi neurologici (es. ictus, sclerosi multipla, malattia di Parkinson, mielolesioni). Le attività sono indirizzate allo sviluppo di metodologie e dispositivi per la stratificazione e profilazione del quadro clinico del paziente (es. algoritmi prognostici del recupero basati su misure cliniche e strumentali), al fine di personalizzare sia la valutazione, che il trattamento riabilitativo erogato tramite modalità innovative.

Premessa

Le recenti innovazioni sui fronti tecnologico e dei metodi di analisi dell’informazione stanno mostrando grandi potenzialità per il miglioramento e la personalizzazione dei percorsi riabilitativi, in tutte le fasi di malattia (es. post-esiziale, acuta, subacuta, cornica). In tal senso, i sistemi di clinical decision richiedono che vengano tenuti in considerazione modelli di previsione del recupero capaci di integrare le informazioni cliniche, strumentali e riferite dal paziente, in maniera dinamica ed adattabile in tempo reale. Pertanto, la misurazione delle condizioni del paziente, la rilevazione delle scelte cliniche e la quantificazione sistematica degli esiti riabilitativi, devono sempre di più diventare momenti codificati e rilevabili automaticamente nella comune pratica clinica. Pertanto, l’utilizzo di tecnologie e metodologie innovative possono permettere una valutazione dei pazienti più appropriata ed avanzata, per il miglioramento dell’efficacia della loro riabilitazione.

Obiettivi

Le attività della linea 3 hanno lo scopo di sviluppare e testare innovazioni tecnologiche e metodologiche per il miglioramento della valutazione e riabilitazione del paziente con malattia neurologica (es. ictus, sclerosi multipla, malattia di Parkinson, mielolesioni). Le attività riguardano diversi ambiti con importanti potenzialità per il miglioramento degli standard esistenti:

  • Lo sviluppo e applicazione di strumenti di Telemedicina, per l’erogazione di servizi a distanza, dal teleconsulto alla teleriabilitazione;
  • Lo sviluppo e applicazione di tecnologie innovative, quali le terapie robotiche e la realtà virtuale, come metodi per migliorare valutazione e riabilitazione dei pazienti;
  • Lo sviluppo e l’applicazione di tecniche che provengono dalle neuroscienze, come neuroimaging e neurofisiologia, per valutazione (es. EMG, EEG) e riabilitazione di pazienti (es. TMS, tDCS), sia con dispositivi presenti in ospedale, che trasportabili portabili a casa del paziente;
  • Lo sviluppo e l’applicazione di strumenti testistici per la valutazione delle funzioni motorie e cognitive dei pazienti, e per la misura dell’outcome riabilitativo. Questo include la creazione o aggiornamento di strumenti. 
Risultati attesi

I risultati attesi dall’attività di ricerca della Linea 3 comprendono:

  • Sviluppo di hardware e software e device per valutazione, programmazione dellariabilitazione; 
  • Sviluppo e applicazione di terapie innovative in ambito riabilitativo(es. robotiche, realtà virtuale, stimolazione cerebrale non invasiva);
  • Sviluppo di nuovi strumenti standardizzati (es. test, questionari) per la valutazione del comportamento che influenzano la riabilitazione.

Responsabile di Linea

Giorgio Arcara

Giorgio Arcara

Ricercatore psicologo